Home > Comunicazioni > CHE ARIA RESPIRO-Urban95. Azioni per una città sana e giocabile. 
Ultima modifica: 12 marzo 2018

CHE ARIA RESPIRO-Urban95. Azioni per una città sana e giocabile. 

Il progetto (https://cheariarespiro.wordpress.com) è finalizzato alla sensibilizzazione riguardo il problema dell’inquinamento atmosferico a Torino e i suoi effetti sui bambini. Non a caso è stata scelta la Scuola dell’infanzia Rodari, posta su una strada ad alta percorrenza di veicoli.

Il progetto mira a diffondere la consapevolezza della mobilità “verde” partendo dai bambini e dalle famiglie e si snoda attraverso:

– presentazione del progetto al territorio e alle famiglie con BIKE PRIDE 10/11/2017

– laboratori con i bambini di 5 anni della scuola dell’infanzia

– raccolta e diffusione dei dati di monitoraggio dell’inquinamento, raccolti dalle famiglie nel loro percorso casa/scuola e viceversa, e nella postazione fissa all’interno della scuola

– festa conclusiva aperta al quartiere

INFORMAZIONI SULLO SVOLGIMENTO DEI LABORATORI

1° laboratorio con i bambini di 5 anni della scuola Rodari (svoltosi  nei giorni 4/5/6 dicembre 2017)

Incontro 1 – Cos’è l’aria.

Sentiamo l’aria (ascolto suoni, respiro, giochi con girandole, palloncini, fischietti, bolle di sapone ) e conversiamo sui concetti di aria pulita/aria sporca

Incontro 2 – Ascolto del mondo città

Distinzione fra elementi naturali e artificiali, creazione di un poster che rappresenta una città (su di un lato una città inquinata, sull’altro una città dei desideri)

Incontro 3 – Creazione di eco-poster con slogan su aria pulita (che probabilmente verranno diffusi nel quartiere)

 

2° laboratorio con i bimbi di 5 anni della scuola Rodari (svoltosi nei giorni 29-30/1/2018 e 5/2/2018)

Incontro 1 – Esplorazione del quartiere con “Ariella”

Ariella è eroina con occhi magici che ha “saggiato” l’aria respirata durante l’uscita, i dati sono visibili sul sito: cheariarespiro.wordpress.com

Incontro 2 e 3 – Realizzazione di materiale per la festa finale.

Costruzione di sagome dei loro corpi, maschere con materiale di recupero, giochi e materiali vari da utilizzare in occasione della festa finale.